Rawai

COSA VEDERE E FARE A RAWAI

Spiaggia di Rawai

Una delle spiagge più apprezzate e frequentate dell’isola di Phuket, in Thailandia, è Rawai, rinomata sia per la bellezza che per l’efficiente rete di strutture ricettive che contribuiscono a renderla un polo di attrazione turistica di indiscusso valore.

A Rawai Beach non ci si annoia mai e il tempo passa in fretta, perché c’è tanto da vedere e da fare: ecco qualche suggerimento.

TOUR ED ESCURSIONI CONSIGLIATE

 

COSA VEDERE

In riferimento ad una delle località più belle della Thailandia, dire cosa c’è da vedere appare persino superfluo: Rawai Beach è uno spettacolo per gli occhi, pertanto, se avete la fortuna di potervi trascorrere una vacanza, non perdetevi le sue principali attrazioni, ovvero:

Spiaggia. Quando ci si riferisce a Rawai il pensiero corre immediatamente alla spiaggia, che è stupenda è vero, ma non vivibile nella maniera in cui di solito intendiamo noi. Il mare che la lambisce, seppur naturalisticamente parlando gradevole, a causa del gran numero di barche ormeggiate non è adatto per bagni e giochi, meno ancora se si hanno bambini al seguito. Dunque perché andarci? Per vederla certo, ma anche per prendere il sole e gustare sfiziosi pic-nic all’ombra degli alberi che qui dimorano numerosi e per le moltissime attività sportive e ludiche che vi si possono praticare. Rawai Beach si raggiunge molto facilmente percorrendo la strada principale che passa in mezzo all’isola

Phromthep Cape. Da qui si possono ammirare tramonti spettacolari, capaci di assumere incredibili sfumature di colore. Non potrete fare a meno di ammirarli e fotografarli

Phuket Seashell Museum. Qui sono esposte conchiglie provenienti da collezioni di tutto il mondo. L’orario è 8.00/18 ed è il posto ideale per gli appassionati e per interessare i bambini a qualcosa di insolito

Sawang Arom. Si sa, gran parte del fascino della Thailandia scaturisce dall’atmosfera di grande spiritualità che ne pervade Storia, cultura e tradizioni, come testimoniano le migliaia di templi buddisti di cui questa terra è disseminata. Sawang Arom è, per l’appunto, un tempio buddista di aspetto piuttosto sobrio ma comunque ricco di statue e di dipinti che, tra l’altro, è sede di una scuola. Una raccomandazione: è un luogo di culto, pertanto visitatelo vestiti in maniera adeguata

Laem Ka Beach. Poco distante da Rawai c’è Laem Ka Beach, una bella spiaggia in cui si può fare il bagno e gustare qualcosa di fresco in uno dei tanti punti di ristoro che la animano

Ya Nui Beach. È una spiaggia piuttosto piccola ed intima bene attrezzata per la pratica di varie attività sportive come la pesca e il kayak

Phuket Orchid Farm. È un grande vivaio in cui potrete ammirare le più belle orchidee della Thailandia. La struttura è aperta tutti i giorni dalle 9.00 alle 17.00, il biglietto d’ingresso costa 200 baths e le orchidee possono essere acquistate; niente paura per la loro incolumità poiché, grazie ad uno speciale packaging, affronteranno il viaggio di ritorno protette e al sicuro giungendo a casa perfettamente integre.

COSA FARE

Grazie alle numerose attività da poter svolgere, il vostro soggiorno a Rawai volerà senza che abbiate conosciuto un solo attimo di noia.

Ecco qualche idea da mettere in pratica:

Escursioni. Come abbiamo detto, Rawai Beach non è una spiaggia balneabile, ragion per cui non vi troverete lettini ed ombrelloni da poter noleggiare, ma tante agenzie turistiche. Il motivo è che essa costituisce il principale punto di partenza in zona per escursioni alla scoperta delle isole vicine, un piccolo tour che vi consigliamo caldamente di fare, se vi è possibile

Sea Gipsy. E’ un caratteristico piccolo villaggio celebre per il mercato del pesce che qui viene allestito tutti i giorni. Attenzione: non c’è parcheggio, quindi badate bene a dove lasciate la macchina se volete evitare una multa

Shopping. Una vacanza non è tale senza l’immancabile shopping fra negozi e bancarelle alla ricerca di souvenirs del posto e ricordi di viaggio. Tappe quasi obbligate se vi trovate a Rawai, oltre alle conchiglie e ai gioielli di perle che è possibile comprare al Seashell Museum e alle orchidee del Orchid Farm, sono: Six Senses Gallery, dove trovate, tra l’altro, oli essenziali, candele, profumi, candelieri, gioielli e ricettari di cucina thailandese e Baan Batik, dove pure potrete acquistare tanti oggetti tipici

Sport e giochi. Nelle spiagge intorno a Rawai, ad esempio a Ya Nui Beach, è possibile praticare sport d’acqua ed altre attività ludiche legate al mare. Essendo famose e rinomate anche per questa peculiarità, i turisti vi possono trovare servizi all’altezza ed attrezzature più che adeguate a prezzi vantaggiosi. In tal modo abbinerete perfettamente divertimento ed attività fisica e trasformerete il vostro soggiorno a Rawai in una pausa di benessere in grado di ricaricarvi nel corpo e nella mente

Cucina. Gustare la cucina dei luoghi nei quali si viaggia significa conoscere una parte importante della sua cultura. I locali in cui mangiare a Rawai non mancano di certo e spaziano dal ristorante di grido al chiosco di strada. Il cibo è buono un po’ dappertutto: non mancate un assaggio del celeberrimo riso thailandese e, possibilmente, accompagnatelo all’altrettanto famoso pollo grigliato e, ovviamente, al pesce fresco, che qui è squisito. Camminate da ore e siete colti da fame e sete improvvise? Nessun problema: chioschi in cui sorseggiare una bibita rinfrescante o fare uno spuntino li trovate praticamente ovunque ed i prezzi, per noi occidentali, sono praticamente stracciati. Non dimenticate che lo street food, letteralmente cibo da strada, è profondamente radicato e diffuso in Thailandia e in molti altri Paesi orientali: l’odore del cibo cotto accompagnerà le vostre giornate per tutta la vacanza e, probabilmente, vi resterà impresso per la sua unicità e per la varietà che lo contraddistingue. A ciò aggiungete, grazie al cambio dall’euro al bath per noi decisamente conveniente, la sua innegabile ed estrema economicità: non solo uno spuntino veloce, ma persino un pranzo o una cena di tutto rispetto consumati presso un chiosco o un carretto, possono essere nostri per pochi centesimi o, al massimo, un paio di euro.